L”Astemia Pentita | una cantina POP a Barolo

astemia pentita.jpg

Se vi state immaginando la classica cantina immersa nelle Langhe vi state sbagliando. L”Astemia Pentita è infatti un luogo fuori dagli schemi, che ha fatto dell’arte POP il suo segno distintivo.

Il nome è tutto un programma, frutto della fantasia dell’imprenditrice piemontese Sandra Vezza che ha deciso di rompere gli schemi creando una cantina totalmente diversa dalle altre. L’idea nasce dal voler creare un connubio fra la cantina e l’arte, vista in chiave assolutamente pop, sulla collina dei Cannubi, dove storicamente è nato il Barolo.

L’esterno richiama la forma delle classiche casse di legno porta bottiglie mentre gli ambienti interni sono stati progettati con lo scopo di  ricreare le varie fasi di produzione del vino. L’area dedicata alla vendemmia è decorata con enormi foglie di Nebbiolo, la zona di transizione che porta all’area di stoccaggio riproduce invece un ambiente naturale con erba verdissima e cielo azzurro con cappelli in paglia attaccati alle pareti, segno distintivo dei contadini che lavorano in vigna. Anche gli arredi sono pezzi di Design internazionale, accuratamente scelti e integrati nel contesto.

633b

Anche la forma delle bottiglie non è da meno: sono state infatti realizzate delle varianti che richiamano la silhouette di un uomo e una donna, elegantemente vestiti. Sandra Vezza ha fatto questa scelta per rendere omaggio a uomini e donne che lavorano ogni giorno nel mondo del vino, mettendo passione, esperienza e lavoro per ottenere prodotti d’eccellenza. Il concetto alla base di tutto ciò è rappresentare, anche nella bottiglia, l’enorme lavoro che sta dietro ad ogni bottiglia prodotta, come un vero e proprio pezzo da collezione.

633

Dieci sono le etichette prodotte, dal Barolo al Langhe Nebbiolo, passando dal Barbera al Dolcetto d’Alba, fino al Riesling.

Ma non sono mancate anche delle polemiche, che hanno portato L”Astemia Pentita al centro di un dibattito molto acceso, sul fatto che fosse giusto o meno “snaturare” l’immagine della cantina tradizionale, con una costruzione che, secondo alcuni, poco si integra nel territorio circostante. In realtà è sempre molto difficile stabilire cosa sia giusto e cosa no. Forse l’importante è la passione che sta dietro ad ogni storia, quella passione che ogni giorno spinge a fare cose buone e fatte bene, con amore e impegno.

Photo credits: L”Astemia Pentita website

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...