Likemimagazine meets | Dinette

Dinette

Dinette è un ristorante di Milano che ha fatto della condivisione una filosofia. Qui, fra le altre cose, si servono le mezze porzioni, per scambiare con il vicino di posto le pietanze, assaggiando così “un po’ di tutto”.

Atmosfera d’altri tempi, luce soffusa, oggetti sparsi dappertutto, torte invitanti all’entrata e sedie una diversa dall’altra. Benvenuti da Dinette, osteria milanese aperta dalla mattina alla sera (si, proprio come una volta!). Qui si chiacchera con il vicino di tavolo e ci si scambia il piatto con l’amico accanto, per assaggiare il cibo proprio come si faceva nelle case di ringhiera anni fa.

Un lugo dove potrete dimenticarvi della frenesia cittadina, lasciando fuori rumore, stress e pensieri. Un luogo fatto di profumi e sorrisi che vi faranno sentire a casa.

Dinette

Abbiamo incontrato Luigi Beretta, uno dei proprietari che insieme a Filippo Leva ha dato vita a questo ristorante decisamente ben riuscito. Ci siamo fatti una chiaccherata in un tranquillo pomeriggio estivo. E abbiamo riso su una certa domanda..a cui Luigi proprio non riusciva a rispondere. Provate a capire quale.

Come nasce dinette?
Io e il mio socio Filippo avevamo il desiderio di aprire insieme un nuovo locale. Sono già proprietario da anni dell’Elettrauto Cadore, un cocktail bar a pochi passi da qui, e Filippo arriva dal Tango, uno storico indirizzo sui Navigli. Volevamo una nuova sfida che riguardasse però il mondo del cibo. Quando abbiamo visto questo locale ci siamo subito resi conto di aver trovato il posto giusto. E’ nato quindi Dinette, un’osteria/trattoria tradizionale, con qualcosa in più.

Qual’è la vostra proposta di food&beverage?
Come i locali di una volta Dinette è aperto tutto il giorno, dalla mattina alla sera. La nostra cucina è casereccia ma con un tocco di stile contemporaneo. Usiamo solo ingredienti di qualità cercando, il più possibile, di rispettare la stagionalità dei prodotti. Piatti semplici, come quelli che si mangiano a casa della mamma o della nonna. Una piccola novità rispetto alle tradizionali osterie è quella di introdurre nel menù le mezze porzioni, che permettono ai commensali di assaggiare più piatti. Quando ero un ragazzino ci scambiavamo sempre con i vicini di casa assaggi delle prelibatezze che ognuno aveva preparato. I nostri clienti apprezzano molto questa formula!

Dinette

Dove fate la spesa?
C’è una ricerca costante per trovare ingredienti freschi, buoni e possibilmente a Km0. Andiamo alla scoperta di piccole realtà che testiamo personalmente, visitando le aziende, le cascine e scoprendo nuovi indirizzi del nostro territorio, sia regionale che nazionale.

Qual’è il tuo piatto preferito del menù?
Ne ho più id uno! I pici all’aglione, che per me sono come una droga, il vitello tonnato, che noi facciamo cuocere a bassa temperatura per molte ore e guarniamo con la salsa di passito, le lasagne al ragù, che sono una bomba vera.
I nostri clienti invece ultimamente vanno matti per i pici con salsa di acciughe, pomodorini abbrustoliti e olive taggiasche e il polpo con verdure di stagione.

Dinette

Qual’è la vostra clientela tipo?
E’ davvero molto varia, Dinette piace un po’ a tutti. L’altra sera mentre stavo cenando mi sono accorto che i commensali di due tavoli diversi stavano parlando fra loro. Questo è ciò che amo di questo posto: la convivialità. Nasce sempre spontanea, anche fra persone molto diverse tra loro. Abbiamo fra i nostri clienti ragazzi giovani, anziani che abitano nel quartiere, negozianti, professionisti, operai, mamme, tavolate di amici….insomma davvero un po’ di tutto!

Qual’è un personaggio famoso che sogni un giorno di vedere entrare dalla porta di Dinette?
Che domanda difficile…posso risponderti dopo così ci penso un attimo?

Dinette

Che rapporto avete con la città di Milano?
Lavoro nei locali da tanti anni e ho la sensazione che oggi più che mai ci sia la volontà di tornare alle cose semplici di una volta. La gente è sempre più alla ricerca di posti in cui si senta a casa, in un ambiente tranquillo e rilassato. Ce l’abbiamo messa tutta perchè Dinette risultasse proprio così. Un luogo dove stare bene, mangiare e bere bene e rilassarsi. Essendo aperto tutto il giorno si può venire per la colazione, per bere un caffè o un bicchiere di vino, per pranzare, cenare o anche semplicemente fare un aperitivo veloce, magari davanti ad una delle nostre mezze porzioni.

In cosa vorreste migliorare?
Essendo la nostra prima esperienza nella ristorazione, in cucina c’è sempre da migliorare. Ogni giorno, insieme al nostro chef, studiamo quelle che potrebbero essere le nuove proposte. Dopo quasi un anno dall’apertura vi posso dire che abbiamo fatto passi da gigante, ma nulla ci fermerà nella ricerca e nelle sfide quotidiane per portare sempre il meglio sulla tavola dei nostri clienti.
Poi vorremmo un po’ più di spazio! E a tal proposito abbiamo in cantiere una novità: apriremo un dehor più grande, così avremo più posti a sedere.

Dinette

Quando esci a cena, quali locali ti piace frequentare (escludendo ovviamente Dinette)?
Mi piace molto Dongiò, in via Corio (un locale con specialità calabresi in zona porta Romana, a Milano – ndr), poi mi piace scoprire nuovi posticini fuori Milano, insieme a Filippo, in cui magari possiamo anche scovare materie prime per il nostro Dinette!

Progetti futuri?
Per il momento vogliamo dedicare tutte le nostre energie a Dinette. Poi non ci fermeremo qui…abbiamo dei sogni nel cassetto che però non possiamo ancora svelare.

Come vi fate conoscere?
Passaparola soprattutto, ma anche social network e stampa. Invitiamo qualche volta giornalisti e influencer per far scoprire loro il nostro mondo e siamo molto contenti del fatto che escano tutti (o almeno speriamo) soddisfatti!

Dinette

L’intervista sarebbe conclusa ma stiamo ancora aspettando di sapere quale sia il personaggio famoso che si spera un giorno varchi la soglia del ristorante….

Filippo, da dietro il bancone, dice che il suo personaggio del cuore è già entrato qui. Ci racconta infatti che ultimamente è diventata cliente Federica Nargi. E che è simpatica e molto carina (non stentiamo a crederci!).

Torniamo a Luigi. Dopo qualche esitazione….ci siamo!
Vada per Bruce Springsteen. Ultimamente sono stato ad un suo concerto e sono rimasto sbalordito dalla sua energia e dal suo modo di comunicare con il pubblico. E’ un personaggio straordinario!

E come dargli torto?

DINETTE | Via Fratelli Bronzetti 11, Milano

Photo Credit: Likemimagazine.
Le foto sono protette da copyright. E’ vietato l’uso e qualsiasi tipo di riproduzione.

Leggi anche:
Likemimagazine meets | Mantra Raw Vegan #1
Likemimagazine meets | Bar Basso

Annunci

One thought on “Likemimagazine meets | Dinette

  1. Pingback: Apre a Milano il primo Moleskine Café d’Italia | likemimagazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...