Likemimagazine meets | Fonderie Milanesi

Fonderie Milanesi

Abbiamo incontrato il titolare di Fonderie Milanesi, Marco Sutti, per farci raccontare com’è nato questo luogo magico, nascosto in un cortile della “vecchia Milano” fra garage ed officine, immerso in un’atmosfera d’altri tempi.

Una volta giunti in via Giovenale al numero 7 non scoraggiatevi se non vedete nulla, a parte un grande cancello bianco. Chiuso.
Bisogna andare oltre, abbandonando la consuetudine di trovarsi facilmente all’ingresso di un locale. Basterà infatti suonare il citofono e percorrere tutto il cortile, fino in fondo. Siamo sicuri che, superato lo stupore iniziale, non rimarrete delusi.

fonderie milanesi

Ad accogliervi è infatti una ex fonderia che, nel 2013, è diventata un locale aperto al pubblico, frutto  di un grandissimo lavoro di recupero che oggi mostra ancora parti originali assolutamente affascinanti.

Abbiamo incontrato il titolare Marco Sutti che, fra una chiacchera e una risata, ci ha raccontato com’è nato questo progetto.

fonderie milanesi

Dove possiamo sederci? Meglio se in un angolo silenzioso visto che dobbiamo registrare un file audio. Qui?
No, aspetta, meglio di la. Ragazzi, potete fare un po’ di silenzio che dobbiamo registrare?
Fumi?
Si, fumo.
Ah benissimo, allora ci facciamo portare un posacenere.
Ragazziiiiiiii, fate silenzio per favore che dobbiamo registrareeeeee!
Intanto facciamo qualche foto se possiamo.
Si certo, sentitevi a casa vostra.

Come nasce fonderie milanesi?
Fonderie Milanesi nasce da un’attività di catering che avevamo nel 2003. Per dieci anni ci siamo goduti “segretamente” questo splendido posto (c’era ancora la fonderia attiva!). Capitava spesso che organizzassimo cene tra amici sotto il pergolato (in cortile, ndr) e ci siamo sempre chiesti come sarebbe stato, un giorno, poter aprire al pubblico questo angolo segreto. Così è nata, nel 2013, l’idea di trasformare le ormai ex Fonderie in un bar che potesse far respirare quell’atmosfera della “vecchia Milano”. Un lugo dove rilassarsi, lontano dai rumori della città. Avevamo come obiettivo quello di realizzare un nuovo locale che strizzasse l’occhio al presente, guardando però al passato. I lavori di ristrutturazione sono stati pensati in modo da conservare il più possibile l’edificio originale e le sue caratteristiche, per poter accogliere gli ospiti in un logo bello ma, allo stesso tempo, autentico. Fonderie Milanesi è un punto di ritrovo, dove stare insieme e godersi un buon cocktail nel relax più totale.

Qual’è la vostra proposta di food&beverage? Come scegliete i prodotti?
Cerchiamo sempre di scegliere ottime materie prime, rispettando la stagionalità di frutta e verdura. Abbiamo, per il ristorante, una lista ridotta che ci permette di proporre nuove soluzioni in base alla stagione, con piatti realizzati esclusivamente con ingredienti freschi. Anche per l’aperitivo cuciniamo giornalmente tutto ciò che poi trovano i clienti al buffet. Poco e buono, è la nostra filosofia! Senza abbondanze che poi portano o allo spreco del cibo o all’offerta di pietanze non fresche di giornata. La semplicità paga sempre.

fonderie milanesi

Chi c’è “dietro” a Fonderie Milanesi?
Dietro a Fonderie Milanesi ci sono io, l’altra titolare Monica Emanueli e tutto lo staff che lavora con noi quotidianamente per rendere questo posto sempre più accogliente. La nostra sfida è quella di migliorare, giorno dopo giorno, per soddisfare i clienti e farli uscire di qui felici e sorridenti! Nei lavori di ristrutturazione ci ha aiutati una professionista, Silvia Moro, che ha avuto la capacità di uniformare le parti vecchie a quelle nuove, senza creare discontinuità. Il grande muro nella sala principale (quello nero, ndr) è originale! Grazie ad un intervento di recupero siamo riusciti a mantenerlo senza alterazioni.

Qual’è la clientela che avete adesso e quella che sperate di attarre sempre di più?
In realtà qui vengono davvero tutti i tipi di persone: mamme con bambini, compagnie di amici, adulti che si rilassano dopo una giornata di lavoro e coppie in fuga dal caos della città. Speremmo di avere sempre più clienti che siano alla ricerca di qualcosa di diverso, un luogo dove dimenticare nella borsa il cellulare e dove riscoprire una dimensione umana che pian piano stiamo perdendo. E, ovviamente, clienti educati! Cosa che purtroppo non sempre accade…

fonderie milanesi

Che rapporto avete con la vostra zona?
La zona sud di Milano è la mia zona da tutta la vita. Credo che sia una delle poche zone ancora molto “autentica”. Amo molto il verde, e qui siamo a due passi dal  Parco Sud e c’è l’acqua, un elemento per me fondamentale. Ci sono i vecchi palazzi che nascondono autentici cortili, veri e propri angoli di paradiso, tutti da scoprire. E’ la mia zona! E qui mi sento a casa.

Come avete fatto a farvi conoscere? (dalla strada non si vede l’ingresso delle Fonderie, ndr)
Questa è stata davvero una magia! Abbiamo aperto una sera per un evento privato che prevedeva 300 ospiti. Sono all’improvviso arrivate 1000 persone! Dal giorno dopo è iniziata un’affluenza costante che fino ad oggi non si è mai più fermata. Anche l’editoria ci ha dato una grossa mano, con un via vai di giornalisti e influencer che sono venuti alla scoperta di questo luogo. E pensare che abbiamo anche un cancello d’ingresso che è quasi sempre chiuso! E questa caratteristica incuriosisce molto le persone…che si fermano perplesse e dopo un po’si vedono costrette a suonare per poter accedere. Non fa sorridere? In quale altro locale capita una cosa del genere?

fonderie milanesi

Tre cose assolutamente positive di Fonderie Milanesi e tre cose che invece vorreste migliorare.
Migliorerei all’inifito….ma se devo proprio scegliere direi che come obiettivo primario c’è quello di far capire alle persone che questo è un luogo di relax, cosa che adesso non sempre è scontata…poi vorrei trasmettere sempre di più ai ragazzi dello staff lo spirito “giusto”: non voglio il cameriere professionista, preferisco persone educate sorridenti che mettano entusisamo nel loro lavoro. Servire il cliente non è facile! Proviamo comunque a fare del nostro meglio ogni giorno. Le cose uniche: il posto stesso, lo adoro. Il verde che abbiamo la fortuna di avere….e, come già detto più volte, l’atmosfera rilassata che si respira.

Progetti futuri?
Stiamo aprendo un altro locale in una zona diversa di Milano. Non sarà un locale identico a questo perchè Fonderie è unico, ma l’obiettivo è quello di creare un altro luogo di aggregazione che permetta a tutti di passare qualche ora nel relax, immersi in un’atmosfera d’altri tempi.
A quando l’inaugurazione?
Speriamo entro la fine di luglio! Ma non posso ancora svelare una data…aspettate e vedrete!

E così si conclude la nostra piacevole chiaccherata con Marco. Ci portiamo a casa un’altra bella storia, perchè i ragazzi intraprendenti ci sono e all’alba del 2016 c’è ancora la voglia di tornare indietro nel tempo, anche solo per qualche ora, a godersi attimi di pace che fra il traffico e il rumore cittadino paiono scomparsi. E invece ci sono, credeteci. Basta cercarli…
Ps. si, ci siamo sentiti davvero come a casa nostra!

Fonderie Milanesi – via Giovenale 7, Milano.

Photo Credit: Likemimagazine.
Le foto sono protette da copyright. E’ vietato l’uso e qualsiasi tipo di riproduzione.

Leggi anche:
10 ristoranti con dehor a Milano per le serate di primavera
I 10 cocktail bar di Milano da segnare in agenda

Annunci

One thought on “Likemimagazine meets | Fonderie Milanesi

  1. Pingback: Likemimagazine meets: Bar Basso | likemimagazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...