Ingresso gratuito alla Pinacoteca di Brera per salutare Caravaggio

Pinacoteca di Brera

Il famoso dipinto di Caravaggio, la Cena in Emmaus, conservato nella Pinacoteca di Brera, sarà esposto per 7 mesi tra Caen e Tokyo. Per salutare la momentanea assenza dell’opera, il museo ha organizzato due giornate speciali ad ingresso gratuito, domani e domenica 15 novembre.

Lunedì 16 novembre, la Cena in Emmaus, una delle opere più significative del Caravaggio, verrà rimosso dalla sua parete della Pinacoteca di Brera e vi farà ritorno solo a giugno 2016.

La prima tappa sarà al Musée des Beaux-Arts di Caen, dove il dipinto sarà ospitato in cambio della celebre tavola di Perugino raffigurante Il matrimonio della Vergine, che arriverà a Brera nel marzo 2016 per essere esposta accanto al dipinto di Raffaello dal medesimo soggetto, offrendo per la prima volta la possibilità di confrontare dal vivo l’opera del maestro e quella del geniale allievo.
Da Caen il dipinto del Caravaggio volerà poi a Tokyo, per essere esposta al National Museum of Western Art, nell’ambito di una mostra dedicata a Caravaggio, e ai pittori caravaggeschi, organizzata in occasione del 150° anniversario dei Trattati di Amicizia e Commercio GiapponeItalia, che si concluderà il 12 giugno.

Prima di un’assenza così prolungata, la Pinacoteca ha deciso di invitare il pubblico ad entrare gratuitamente a Brera, in modo da poter imprimere nella propria memoria un’immagine tanto intensa.
Nei giorni di sabato 14 e domenica 15 novembre, verranno inoltre distribuite brevi schede per una visita autonoma a tema caravaggesco, tanto in Pinacoteca quanto in città.
Inoltre, ogni mezz’ora, davanti al dipinto, un membro dello staff dei servizi educativi terrà una breve spiegazione dell’opera. E infine non ci dimentica mai dei più piccoli, ai quali nella sala XXXI verrà proposto il laboratorio Accendi le luci e scopri Caravaggio, che permetterà loro di comprendere il meccanismo luminoso che tanto contribuisce al fascino della tela.

La parete che normalmente ospita la tela del Caravaggio non resterà vuota. A partire dal 17 novembre e fino al 20 gennaio, infatti, il suo posto sarà occupato da un’ospite di eccezione: la Madonna dello svezzamento di Orazio Gentileschi, proveniente dalla Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Corsini.

Questo è l’ultimo viaggio, ma non solo per l’opera di Caravaggio, anche per tutti gli altri capolavori della Pinacoteca, prima che il museo avvii un processo triennale di riallestimento e di reinterpretazione, nel corso del quale il pubblico sarà invitato a esplorare e riscoprire una collezione permanente celebre a livello internazionale.

Per avere maggiori dettagli su tutte le attività che avranno luogo questo week-end e sugli orari delle stesse, vi basterà cliccare qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...