A Tale of Costumes | Louis Vuitton

Louis Vuitton

Louis Vuitton ha raccolto alcune delle creazioni dei più grandi costumisti all’interno del progetto A Tale of Costumes.

Lo scorso 10 novembre l’Espace Louis Vuitton Venezia ha inaugurato la mostra A Tale of Costumes, un dialogo fra generazioni e sguardi differenti che raccontano, attraverso tre abiti, storie di epoche, di persone e di luoghi diversi nella cornice della Serenissima.
In esposizione tre abiti: l’Andrienne (1770 – 1780), una veste femminile di fine Settecento, della collezione del museo di Palazzo Mocenigo – Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume; un capo intessuto con la carta, opera dell’artista cinese Movana Chen; e un abito disegnato e realizzato dagli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, supervisionati dal costumista italiano Maurizio Millenotti, due volte candidato al Premio Oscar per i migliori costumi.

L’Andrienne è caratterizzato dalla linea tipicamente settecentesca di veste femminile con dorso sciolto, probabilmente derivata dalla forma del mantò tardo settecentesco. Considerato come informale, perde questa connotazione a partire dagli anni settanta, grazie alla sua introduzione nella corti da parte della Regina Maria Antonietta.
Ed è proprio a quest’abito che si sono ispirati gli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, ai quali è stato chiesto di reinterpretare, seguendo il proprio estro e la propria creatività, il vestito settecentesco. Ad aiutarli nell’impresa, il costumista Maurizio Millenotti, che con il suo prezioso e sapiente aiuto ha permesso la realizzazione di un capo moderno ed indossabile, e non una semplice copia dell’originale.
Animano la conversazione le parole intrecciate di Movana Chen, che pongono l’accento sul dialogo. Per i suoi abiti a maglia, l’artista utilizza lunghissimi fili di carta ricavati dai libri più disparati, prestati da amici o estranei. Distrugge i libri affinchè, ricomponendoli sotto nuova forma, possano raccontare una nuova storia, intrisa delle vite delle persone che hanno scritto, letto o posseduto l’opera distrutta, racchiudendo storie lontane, antiche e recenti all’interno dello stesso capo. La bellezza delle silhouette che subito cattura l’occhio del pubblico, cela dei messaggi nascosti nelle trame dei fili. La vestibilità passa ora in secondo piano: i capi ci parlano di luoghi lontani, reali e fittizi, portando fino a Venezia il proprio racconto.

A Tale of Costumes è la sesta mostra allestita all’Espace Louis Vuitton Venezia in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia (MUVE), realizzata anche grazie ai meticolosi lavori di restauro, sostenuti da Louis Vuitton, dell’abito del Settecento Andrienne, parte della collezione del Museo di Palazzo Mocenigo – Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume.

A Tale of Costumes

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...