Le Regionali | l’Italia secondo Birra Moretti

Birra Moretti

Birra Moretti presenta Le Regionali, vere e proprie specialità caratterizzate dall’utilizzo di un ingrediente tipico dell’area geografica di riferimento cui vogliono rendere omaggio.

La prima bottiglia di Birra Moretti fu venduta nell’estate del 1860, e ben presto da birra regionale friulana si diffuse poi su tutto il territorio nazionale, crescendo continuamente e conquistando sempre nuovi appassionati ed estimatori. In 150 anni di vita, Birra Moretti ha ormai oltrepassato i confini nazionali, ed oggi viene esportata in oltre quaranta Paesi del mondo, continuando però a seguire le regole tradizionali, all’interno di un processo produttivo rimasto quasi del tutto invariato fin dal 1859.

A pochi giorni dall’inizio di Expo 2015, il marchio ci invita ad intraprendere un viaggio alla scoperta delle tipicità italiane, proponendoci quattro differenti varianti che si rifanno a quattro diverse regioni del nostro Paese.
Il viaggio non poteva che iniziare da dove tutto è cominciato: il Friuli. Birra Moretti prende quindi spunto dai suoi luoghi d’origine e grazie alla mela renetta è riuscita a donare alla Birra Moretti alla Friulana un gusto raffinato e leggermente aromatico, caratterizzato da un gradevole sentore floreale. Questa variante è perfetta se bevuta in abbinamento con funghi alla graticola, formaggi stagionati e affettati misti.
Spostandosi da un capo all’altro dell’Italia Birra Moretti arriva in Sicilia, dove selezionando i fiori di zagara è riuscita a conferire alla Birra Moretti alla Siciliana un gusto morbido, moderatamente amaro e ricco di sentori floreali. Ottima se abbinata con pesce alla griglia, carpacci di pesce o fritture di mare.
Da Sud a Nord la successiva destinazione del viaggio intrapreso dai mastri birrai, è il Piemonte. Anche in questa regione sono stati selezionati gli ingredienti migliori, come il mirtillo rosso della Val Sangone e il riso di Sant’Andrea, ingredienti che regalano alla Birra Moretti alla Piemontese un gusto rotondo con sentori di erbe aromatiche, caramello di mirtillo e cereali. Una birra di questo tipo va abbinata preferibilmente con spezzatino, tortellini, arrosti e brasati.
L’ultima, ma non certo in ordine di importanza, è Birra Moretti alla Toscana, cui è stato aggiunto l’orzo, cereale tipico della Maremma, che le conferisce un gusto forte e completo, caratterizzato da una nota amara e da un sentore di castagna, erbe aromatiche e ago di pino. Perfetta se abbinata con pappardelle al ragù di cinghiale, zuppe di cereali e affettai misti.
Queste quattro nuove birre puntano alla riscoperta e alla celebrazione delle tipicità dei nostri territori, riuscendo a trovare un perfetto equilibrio con i sapori delle più genuine tradizioni culinarie.
Il brand ha senza dubbio sviluppato un lungo percorso di ricerca delle materie prime e degli ingredienti, avvalendosi però del prezioso supporto di due indiscussi punti di riferimento per il mondo del food: lo chef stellato Claudio Sadler e il sommelier, nonché Presidente Aspi, Giuseppe Vaccarini.
Non ci resta che assaggiarle tutte e giudicare da soli.

Annunci

3 thoughts on “Le Regionali | l’Italia secondo Birra Moretti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...