Museo Egizio di Torino | il restauro è terminato

Museo Egizio

Ieri, mercoledì 1 aprile, il Museo Egizio di Torino ha inaugurato i suoi nuovi spazi espositivi.

Sono stati necessari ben tre anni e mezzo di lavori per il rinnovamento di uno dei dieci musei più visitati d’Italia e tra i primi 100 nella classifica dei musei più visitati al mondo. Il Museo Egizio di Torino, infatti, è l’unico museo dedicato alla cultura dell’antico Egitto dopo quello presente a Il Cairo.
All’inizio dell’800, dopo le campagne napoleoniche in Egitto, scoppiò in tutta Europa una moda per il collezionismo di antichità egizie, e il piemontese Bernardino Drovetti, console generale di Francia durante l’occupazione in Egitto, collezionò in questo periodo oltre 8mila pezzi tra statue, sarcofaghi, mummie, papiri, amuleti e monili. E fu proprio da Drovetti che Carlo Felice di Savoia acquistò un gruppo di opere che gli ispirarono la creazione, nel 1824, del Regio Museo delle Antichità Egizie. Pian piano furono poi avviate nuove acquisizioni, tanto che già nei primi anni Trenta del ‘900 il museo vantava una collezione di oltre 30mila pezzi, tra cui statue di pietra, stele, mummie, sarcofagi e papiri, che coprono un arco di tempo tra il 4.000 a. C. e il 700 d. C.

I lavori di restauro sono costati 50mila euro, ma hanno permesso di raddoppiare la superficie espositiva che ha così raggiunto i 12mila metri quadrati, divisi su quattro piani, collegati tra loro da un sistema di scale mobili che ricreano un ideale percorso di risalita del Nilo, che copre un arco temporale che va dal 4000 a.C. al 700 d.C., ideato dallo scenografo premio Oscar Dante Ferretti.
Ma una delle principali novità è legata al fatto che il museo è divenuto multimediale: i visitatori avranno infatti l’opportunità di seguire ogni reperto su tablet e smartphone e di tradurre in tempo reale i geroglifici riportarti su alcuni dei reperti. A dimostrazione di una chiara volontà di proiettarsi verso il futuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...