1924-2014 | La Rai racconta l’Italia

1924–2014 – La RAI racconta l'Italia

Dal 29 aprile al 15 giugno la Triennale di Milano ospiterà 1924-2014. La Rai racconta l’Italia, una mostra che celebra una delle più importanti istituzioni culturali del Paese attraverso i sessanta anni della sua televisione e i novanta anni della sua radio.


La Rai ha portato il mondo in casa degli italiani, facendoli entrare in un’idea di futuro inimmaginabile prima, divenendo specchio delle loro vicende, narrandone la vita quotidiana e costituendo non solo un servizio pubblico ma un vero e proprio patrimonio nazionale.
Obiettivo della mostra 1924-2014. La Rai racconta l’Italia è quello di raccontare la storia di un’istituzione e contemporaneamente la storia del nostro immaginario collettivo, attraverso i simboli che tutti riconosciamo, i programmi che abbiamo seguito, i volti che ci hanno tenuto compagnia e le pagine di storia che abbiamo condiviso con trepidazione, gioia, dolore o semplicemente curiosità.
Ma anche i grandi cambiamenti sociali, culturali e scientifici dei quali l’Italia e il mondo sono stati protagonisti rivivono all’interno dell’esposizione grazie a programmi, filmati di eventi particolarmente significativi, telegiornali, annunci, servizi, programmi, quiz, tribune politiche. E poi documenti d’archivio, fotografie d’epoca, opere d’arte della ricca collezione Rai copioni e testimonianze manoscritte di chi ha partecipato attivamente. E ancora, i vestiti e i costumi di scena che hanno fatto la storia della televisione, tanto quanto coloro che li hanno indossati. Come ad esempio quelli eleganti e futuristici di Mina o quelli scintillanti di Raffaella Carrà e delle gemelle Kessler.

I sessant’anni della Televisione italiana sono articolati in otto sezioni, otto canali tematici, ciascuno curato da un testimonial d’eccezione. A raccontare la storia dell’Informazione ci sarà Sergio Zavoli; per lo Spettacolo Emilio Ravel; di Cultura parlerà Andrea Camilleri e di Scienza Piero Angela. La sezione Politica è affidata a Bruno Vespa, la Società a Piero Badaloni, l’Economia ad Arnaldo Plateroti e lo Sport a Bruno Pizzul. E saranno gli stessi curatori in video a spiegare al visitatore il senso delle proprie sezioni.
Un settore a parte, una mostra dentro la mostra, è stata invece dedicata alla storia della Radio narrata attraverso la voce dei protagonisti e molti materiali inediti.

La mostra, a ingresso libero, seguirà i seguenti orari:
Martedi – Domenica 10.30 – 20.30
Giovedi – 10.30 – 23.00

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...